Preparazione e consumo dei cereali

I cereali in chicchi possono essere consumati:

1. secchi – ammorbidendoli in bocca con la saliva e mordicchiandoli (occasionalmente);

2. ammollati – dopo ammollo in acqua per 6-8 ore;

3. germinati? – dopo ammollo in acqua di 6-8 ore e successiva germogliatura; il potere di germogliare del chicco testimonia la sua grande vitalit?, che ? in grado di trasferirsi in chi se ne nutre, sia se il cereale verr? consumato germogliato, sia se verr? cotto.

4. cotti – con o senza ammollo o germinazione preventiva. Notare che se preventivamente ammollati e germinati, risultano pi? nutrienti, pi? digeribili e se ne riducono i tempi di cottura. Tutti i cereali possono essere messi in pentola in acqua fredda, senza aspettare l’ebollizione dell’acuq come per la pasta. I tempi di cottura variano a seconda del tipo di cereale (la quinoa ? il pi? veloce a cucinarsi,? a seguire miglio, farro, avena, riso, grano, segale, orzo e mais.

5. conditi o sconditi – i chicci crudi o cotti si possono mangriare tali e quali oppure condendoli a scelta.

I cereali sono ottimi abbinati alle verdure crude o cotte e si associano bene ai legumi in proporzione due terzi cereale ed un terzo legume, fino a met? e met?. Cos? combinati costituiscono un pasto equilibrato di proteine e carboidrati, che potremo completare con un po’ di verdure crude o cotte ed un filo d’olio. Una porzione di riso e fagioli, orzo e lenticchie, pasta con i ceci, un minestrone di farro e fagioli sono quasi una cena completa se preceduta da una insalata cruda.

Quasi tutti i cereali sono caratterizzati dalla carenza a livello proteico dell’aminoacido essenziale lisina, e dall’abbondanza di aminoacidi solforati come la metionina. Per questo motivo l’abbinamento con i legumi che sono invece carenti di aminoacidi solforati e ricchi di lisina, rappresenta una congrua compensazione.

Quante porzioni di cereali assumere al giorno?

Gli esperti consigliano di consumare almeno 2 cereali diversi al giorno ( ad esempio minestra di riso integrale a pranzo, di farro a cena), si possono tranquillamente consumare mediamente (in relazione all’eta?, sesso, corporatura ed attivit?) 150-200g di cereali al giorno, suddivisi fra colazione, pranzo e cena, cha apportano all’incirca 700kcal e 24g di proteine.

Queste quantit? sono indicative, servono qui per dare un’idea. In realt?, mangiando in modo naturale, si arriver? presta ad autoregolarsi, grazie al recupero del proprio istinto. Si potr? sentire il bisogno di aumentare o ridurre le dosi rispettando il proprio istinto.

Mangiare naturale ed integrale significa scegliere un nuovo regime alimentare, e non mettersi a “dieta”.

Oggi nel termine “dieta” ? racchiuso il concetto di “sacrificio“, restrizione, sofferenza. Quanto tempo possiamo resistere pesando ogni giorno le nostre porzioni? Un buon regime alimentare ? quello che ci consente di mangiare a saziet? senza prendere peso e di godere del cibo buono e salutare. Alla fine di un pasto dobbiamo sentirci pienamente soddisfatti e non pensare pi? al cibo, cos? da poterci dedicare alle altre attivit? del nostro quotidiano!